domenica 27 novembre 2011

Il mulo non è cavallo oggi e asino domani, è mulo tutti i giorni / A mule is not today horse and tomorrow donkey, a mule is a mule every day

Dicono che trent'anni sia l'età in cui si manifesti la follia. Soggetti, che fino a quel momento riescono a tenere sottocontrollo, ad esempio, sindromi maniaco depressive od ossessivo compulsive, si ritrovano  improvvisamente in balia di se stessi. La maggior parte delle volte non sono nemmeno consapevoli di avere un problema.
A questo pensavo ieri, pedalando verso il nuovo centro commerciale, su una statale che un tempo era delle puttane. Tant'è che "andare a battere" nel mio paese si dice ancora usando il nome della statale. Si dice proprio "andare in Pontebbana".
Ero sulla Pontebbana in bici. Solo io e il matto del paese la facciamo in bici. Io perchè non ho la patente e la sola idea di salire in macchina mi provoca l'ansia, figuriamoci guidare. 
Pedalavo verso il nuovo centro commerciale perchè avevo bisogno di uno zainetto per la scuola. Lunedì, all'età di trent'anni mi rimetto a studiare. Quest'estate, precisamente il 16 agosto, parlavo con P., la mia migliore amica. Mi stavo sfogando e le ho detto che se qualcosa non fosse cambiato nella mia vita l'anno prossimo avrei provato il test d'ammissione a medicina. Tutto nasceva da un nostro tormentone legato alla sua passione per le serie tv medical. Lei però mi ha guardata seria e, come se si trattasse della cosa più ovvia del mondo, mi ha detto "Provaci direttamente quest'anno". E io, come se davvero non avessi mai pensato o desiderato altro, con soli venti giorni di studio e ben undici anni di vita tra me e l'ultima ora di biologia o di qualsiasi altra materia scientifica, mi sono presentata al test. E l'ho passato.

They say that thirty years is the age in which madness appears. Subjects who until then had managed to keep under control depression or obsessive compulsive disorders, ends to be at the mercy of themselves. Most of the time they are not even aware that they have a problem
These were my thoughts yesterday while I was riding my bike to the new shopping mall on a highway that once was the whores territory. In my town we use the name of that street to mean "to prostitute". We say "to go on Pontebbana". 
I was riding my bike on Pontebbana. Just me and the village idiot ride the bike on the highway. I have no choice 'cause I don't have a driving license. The very idea of ​​getting into a car causes me anxiety, I can't even imagine me driving.
I wanted to go to the new mall because I needed a backpack for school. On monday, at the age of thirty, I'll go back to school. This summer, on August 16, I spoke with P., my best friend. I was just confiding and I told her that if something was not going to change in my life before next fall I would have tried the test for admission to medical school. It was a joke between us two related to her passion for medical TV series. But she looked at me seriously and, as if it were the most obvious thing in the world, she said "Try directly this year". And as if I had never thought or wanted anything else but it, with just twenty days of study and eleven years of life between me and the last biology lesson in high school, I did the test. And I passed.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

MA TU SEI MITICA !

W i 30 ! ...e spero presto che il mio mulo si manifesti !

una neo trentenne

sara ha detto...

Allora neo trentenne, come va?